Seleziona una pagina

TAPPETO GANJE ANTICO

3.950,00

AUTHENTICITY CERTIFICATE

Ganjeh in persiano significa il tesoro, appunto questo tappeto essendo cosi raro possiamo considerarlo un tesoro.una serie di Botteh che arricchisce tutto il campo , e all’interno di ogni Botteh troviamo quattro rose unite dai rametti che danno una certa ricchezza al tappeto. Con varie sfumature(Abrash) che si trova all’interno del tappeto.anche la bordura principale con una serie di losanghe coi colori diversi sul fondo chiaro .

 

  •  Misura 127×246 cm
  • Il vello    lana
  • Il nodo    simmetrico
  • L’ordito   lana
  • La trama lana

Disponibile

Descrizione

Ganjeh si trova al sud di Fachralu, è una città commerciale molto attiva nella tessitura dei tappeti, ed è un punto di raccolta non soltanto dalla zona circostante, ma pure per gli annodati nella zona del Karabagh e nel sud della Georgia. I tappeti ganja vengono chiamati Kazak.  i tappeti ganjeh anno annodatura simmetrica.

La trama è in lana naturale, colore naturale o colorata di rosa o di rosso. In alcuni tappeti recenti i ricorsi tesi sono in cotone. I ricorsi abitualmente sono più di due ed è possibile scoprire nello stesso tappeto un numero impreciso di passaggi di trama. L’ordito è in lana naturale di colore avorio mista a lana più scura, ritorto due volte. L’orlo è composto da due o tre coppie di orditi normali affiancati e avvolti dalle trame di struttura e da una di rinforzo. I formati sono allungati “a kalleghi” ma sono frequenti anche tappeti più piccoli. Varia è la decorazione del campo, s’impongono disegni più piccoli, al posto dei grandi medaglioni della tessitura georgiana, disposti in file regolari e armonizzati dalla luminosità dei colori.

Con speciale frequenza si effettuano peculiari impianti decorativi come il poligono uncinato, che viene ripetuto con colorazioni vivaci su un campo diviso in quadrati, così come vengono allineati ottagoni riempiti da disegni fioriti alternati a piccoli rombi uncinati. Altri tappeti contengono decorazioni allineate di “botteh” variopinte, disposte in orizzontali e in diagonali. Hanno il campo suddiviso in strisce diagonali di colori verde, giallo, blu, rosso e bianco, molto contrastanti tra loro. Su tutte le strisce vi sono decorazioni molto piccole, tra cui piccoli “botteh”, stelline e rettangolini uncinati.
I bordi sono molto differenti tra loro: su tanti tappeti si trova la bordura a triangoli “a uncino” su altri il disegno a foglioline dentate e calici, e su altri ancora una fila di rosette unite ad un doppio stelo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi